OROLOGI A CUCU’

L’orologio a Cuckoo ha origine in Germania e  precisamente in una regione montuosa e boschiva  della  FORESTA NERA (SCHWARZWALD). I contadini del paese di Bade, nella prima metà del  XVII sec. per trascorrere i freddi e nevosi inverni, si dedicavano alla scultura del legno e da questo ebbe origine il primo prototipo di orologio. Questo primo successo fu riportato per la prima volta sui testi del 1667. La produzione e la commercializzazione fu organizzata da Lorenz Frey di Sankt Margen e Simon Henninger di Stockwald. La realizzazione del primo pendolo ”BLACK FOREST” con forma definitiva, munito di uccellino-automa e suoneria, fu attribuita a Franz Ketterer  nella prima metà del XVIII sec.

La prima macchina aveva lo scappamento a ruota d’incontro e da tre a cinque rotelle completamente in legno più un peso prima di pietra, poi di ferro pieno o di sabbia legato ad una catena di filo di ferro. Il fatto che l’orologio sia stato concepito in legno, designato all’epoca materiale d’eccellenza, fu determinato dal fatto che la zona era particolarmente ricca di alberi. L’aggiunta del pendolo avvenne intorno al 1740 e definito a ” Coda di Vacca ” (KUHSCHWANZ) . I primissimi modelli avevano adottato un carillon di vetro che purtroppo  difficilmente arrivava integro a destinazione a causa del precario trasporto.

Da questa esperienza e data, cominciò la produzione di carillon in ferro, per cui  nuovo lavoro per gli abitanti del posto. Fu così che ebbe vita il  primo orologio a ” Cucù”, la cui fabbricazione si diffuse nei villaggi e nelle città della zona, diventando per lungo tempo oggetto di un fiorente commercio. Di tale successo ne è prova che dopo circa un secolo a TRIBERG vicino a Neustad , si contavano ben 1213 mastri orologiai e commercianti. I punti di forza di quest’orologio erano la semplicità e l’originalità. Il basso costo e la precisione, invece, fecero si che la richiesta aumentò spaventosamente.

Ma ritornando al nostro ” Cucù” nessuno sa perché Franz Anton Ketterer aggiunse quel famoso uccellino inconfondibile caratteristica del nostro orologio, giacché non esistevano orologi con suonerie o automi vari.La suoneria era composta da due fischietti in legno con sistema a mantice, ed un uccellino sempre in legno che appariva allo scoccare delle ore sul portale del quadrante. Nel corso del tempo l’uccellino è stato spesso sostituito da soldatini, monaci e personaggi vari. Nel 1768 Hans Wehrle di Schwrzwald, creò un orologio con un carillon particolare. Qualche anno dopo aprì la produzione in società con Salomon di Furtwagen.